Header Ads

Una sirena con la felpa di Valentina Julie Orlandi



Il progetto di Una Sirena con la felpa prevede, oltre al libro, un canale youtube con titolo analogo, che abbinerà dei brani eseguiti dalla stessa Valentina Julie Orlandi, a cui si aggiungeranno altri eseguiti dai ragazzi di canto e di danza. Questi brani saranno abbinati a dei passaggi del libro, in modo da suscitare curiosità. Inoltre farà intuire, a chi fosse interessato, la varietà di tematiche trattate. Vi si troveranno successivamente anche video brevi di quotidianità del lavoro di due persone che di musica ed insegnamento vivono, con la presenza di gatti un po' particolari (un'atassica, una con bronchite cronica, una bulimica con trauma e una paraplegica -non è uno scherzo-), che spesso prendono parte attiva durante le fasi di studio e preparazione del lavoro, rendendo il tutto spiritoso.
Il link è collegato ai canali: della scuola di danza, Urban Arts Academy e al link di Vest'o, nome d'arte/professionale da beatmaker del marito della protagonista. Nel libro alcuni nomi di luoghi e personaggi sono stati modificati, in modo da evitare di ferire terze persone, o rischiare noie (nulla toglie di poter modificare altro, se si dovesse ritenere opportuno).
La storia: Si tratta di un'autobiografia. Il tema principale è come, malgrado mille difficoltà ed eventi veramente imprevedibili (tra cui la precoce perdita della madre), si possa riuscire a far carriera e realizzare i sogni, in Italia, nel nord-est, durante la crisi del nuovo millennio. Tra gli eventi assurdi vissuti da Valentina Julie (nel libro solo Julie, o Jay) vi fu l'essere stati condannati da un testamento a dover gestire la vita di una persona di dubbia morale, con cui non vi fu legame di parentela. Oltre a ciò, vi sono un mix di eventi originali e dolorosi, che avrebbero potuto mettere in ginocchio chiunque e far rinunciare al sogno d'insegnare discipline dello spettacolo (con nel cassetto quello di far pure la terapeuta). La fortuna è stata di aver trovato nel proprio percorso persone che hanno visto qualcosa in lei e l'hanno spronata ad intraprendere questo mestiere (contrariamente ai parenti e al contesto Cordenonese), salvandola. La scuola, i ragazzi poi sono stati il motivo, negli anni più bui, per aver la forza di scendere dal letto ogni mattina.
La figura della Sirenetta ritorna spesso nella vita di Valentina Julie, assieme al Brutto anatroccolo e a Quasimodo, per l'affinità sentita sempre, tutta la vita, verso le caratteristiche intrinseche di questi personaggi: ambire ad appartenere ad un altro mondo e sentirsi diversa, correre verso il prossimo, in cerca di una figura di riferimento per venire respinta, e la deformità cranica causata da una mutazione genetica (craniostenosi), che minerà per sempre la salute e il lavoro.
Ora parlo in prima persona. L'intento che tre anni fa mi convinse ad accettare la proposta del Dott. Iannaccone di essere intervista per valutare poi se trarne un libro (in seguito ad una consulenza per una ricostruzione storica della mia famiglia), fu che individuammo nel mio vissuto degli elementi che avrebbero potuto essere d'aiuto, di conforto e di coraggio, per chi si fosse trovato in situazioni simili. Vi è inoltre una valenza pedagogica nello spiegare le difficoltà, ma anche le attuabilità di lavori che spesso vengono relegati alla sfera dell'intrattenimento puro, ma che sono nel concreto, estremamente formativi e che per essere svolti, dovrebbero a loro volta prevedere una lunga ed accurata formazione. Spero di non avervi già annoiati. Grazie per l'attenzione, Valentina Julie Orlandi 

Link al Canale Youtube dell'Autrice:



Nessun commento